Le api: grandi amiche dell’ambiente

Le api saranno utilizzate per controllare lo stato di salute dell’ambiente alle Cinque Terre. Il Parco ha adottato il “Monitoraggio della qualità ambientale e rilevamento melissopalinologico tramite impiego di Api Mellifiche (Apis mellifera L.)”, una ricerca, affidata allo Studio Crv Servizi per l’ambiente, che avrà una durata di tre anni. A spiegare le modalità dell’indagine, che permetterà di avere una banca dati sulla biodiversita’ e sulla qualità dell’aria nelle Cinque Terre.

ape

Le api da miele – spiega Stefano Franceschini, tecnico naturalista – hanno un rapporto diretto con l’ambiente circostante, raccogliendo nettare e polline sui fiori, melata sulle piante e sugli insetti, propoli sulle gemme delle piante, acqua nelle pozze, nei torrenti, nei canali e dalla rugiada – sono delle vere e proprie sonde mobili e svolgono un campionamento minuzioso dell’area

La frequenza dei loro viaggi -aggiunge- è impressionante; ogni ape operaia compie fino a due milioni di microprelievi al giorno, in un raggio di azione di 7 km quadrati. Ma non solo, durante i loro voli le api intercettano sul corpo peloso anche le particelle di inquinanti presenti nell’aria, (per esempio, metalli pesanti e fitofarmaci utilizzati in agricoltura)

Dunque -osserva- dall’analisi delle componenti biologiche (miele, cera, polline e api stesse), contenute nell’alveare, è possibile verificare il grado contaminazione della zona presa in esame

Le rilevazioni sono state eseguite a partire dal 2008 e si concluderanno nel 2011.

I prelievi vengono effettuati a Riomaggiore e Corniglia, dove sono state posizionate due stazioni di monitoraggio formate da due alveari con api regine aventi un codice genetico simile, due colonie complete di api e due gabbie “underbasket”, per la raccolta delle api morte: l’aumento della mortalità e i residui riscontrati nei loro corpi, sono dati importanti poichè segnalano l’eventuale danno chimico dell’ambiente, fornendo precise indicazioni su luogo in cui è avvenuto.

Un’altra grande utilità delle nostre piccole amiche!

Leave a Reply

Your email address will not be published.