Natale, miele e formaggi meglio dell’IPad per i regali della Provincia di Milano

Niente IPad o gioiellini con pietre tricolori. Per i regali di Natale meglio un cesto di prodotti a km zero che arrivano dalle aziende ferite da cantieri, strade e grandi e opere.

E’ la scelta di solidarietà adottata dall’assessore all’agricoltura della Provincia di Milano Luca Agnelli in collaborazione con la Coldiretti di Milano e Lodi.
“Sviluppo urbanistico e infrastrutture sono necessari, per garantire abitazioni, posti di lavoro e una mobilità moderna ed efficiente. Tuttavia non si può non considerare che i sacrifici si chiedono sempre e solo agli agricoltori. Contiamo di fare opera di sensibilizzazione perché il consumo di suolo sia sempre più contenuto e razionale” afferma l’assessore.
A tutta la giunta provinciale di Milano arriveranno quindi cesti di Natale con formaggi di capra dell’azienda Mapelli Claudio di Cassano d’Adda (coinvolta nella costruzione della Brebemi), formaggi vaccini della Cascina Gargiola di Inveruno (toccata dalla Boffalora-Malpensa), il miele dell’azienda Mascheroni di Gorgonzola (che dovrà fare i conti con la Tem), la birra artigianale dell’azienda De Ponti Achille di Settala (che ha già pagato dazio con una bretella di collegamento fra due strade provinciali) e il riso dell’azienda Camisani di Gaggiano (toccata dall’alta velocità per Torino).
“Pensiamo che questa iniziativa dell’assessore Agnelli – commenta la Coldiretti di Milano e Lodi – sia un utile contributo di riflessione sul fatto che la nostra agricoltura custodisca un patrimonio non solo economico, ma anche ambientale e culturale che deve essere protetto e valorizzato, nell’ambito di uno sviluppo equilibrato della Lombardia”.

[fonte: www.viniesapori.net]

Leave a Reply

Your email address will not be published.